FREE TO CHOOSE ALLA SETTIMANA CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE

Prima play session di comunità ieri a Pordenone nella sede di Palazzo Badini per il gioco da tavolo “Free to Choose”. Evento inserito nella terza edizione della Settimana contro la violenza sulle donne, ha coinvolto due classi dell’Isis Zanussi indirizzi Meccanica e Moda. Guarda il video

PORDENONE – “Free to Choose” alla terza edizione della Settimana contro la violenza sulle donne, promossa dall’assessorato Pari opportunità del Comune di Pordenone con il ruolo di coordinamento delle iniziative realizzate da tutti i Comuni del Pordenonese. L’appuntamento, tenutosi ieri 15 novembre per tutta la mattinata a Palazzo Badini, è stato organizzato dalla Cooperativa sociale Itaca in stretta collaborazione con il Comune di Pordenone: Clelia Delponte, giornalista, ha dialogato con la prof.ssa Tindara Addabbo dell’Università di Modena e Reggio Emilia, economista esperta in tematiche di genere, sulla libera scelta dei ragazzi e delle ragazze nella definizione del loro percorso formativo e nella costruzione di quello professionale, senza i condizionamenti legati agli stereotipi di genere. Nel corso della mattinata si è tenuta una speciale serie di sessioni di gioco a porte chiuse con la partecipazione degli studenti e delle studentesse dell’Isis Zanussi indirizzi Meccanica e Moda.
L’evento si lega al progetto europeo Free to Choose, coordinato dalla Cooperativa sociale Itaca e co-finanziato dal programma Rights, Equality and Citizenship dell’Unione Europea, che mira a promuovere un cambiamento culturale e comportamentale nei giovani 16-29 anni e negli adulti-chiave coinvolti nelle fasi di transizione e orientamento (dalla scuola secondaria all’istruzione superiore o al mercato del lavoro), portando a una diversa visione delle professioni e delle opportunità lavorative. Il progetto Free to Choose ha sviluppato l’omonimo gioco da tavolo quale strumento innovativo per decodificare, riconoscere e superare gli stereotipi di genere.
Da dicembre a febbraio 2019 tra Friuli Venezia Giulia, Veneto, Emilia Romagna, Slovenia e Portogallo partirà la sperimentazione ufficiale del gioco da tavolo che coinvolgerà centri di aggregazione giovanile, scuole superiori, biblioteche, ludoteche, associazioni ludiche e ambienti informali. Seguirà la fase di valutazione di impatto del progetto a livello sociale.
Il progetto Free to Choose coinvolge una decina di organizzazioni di cinque Paesi europei all’interno di un partenariato che comprende, oltre alla capofila Cooperativa sociale Itaca, Regione Friuli Venezia Giulia Assessorato al Lavoro, Istruzione, Politiche giovanili e Pari opportunità, Ires Fvg, Università di Modena e Reggio Emilia per l’Italia, e poi Mcbit e Nefiks (Slovenia), Opciònate e Università di Valencia (Spagna), Apload (Portogallo) e Mediterranean Institute for Gender Studies MIGS (Cipro).

Fabio Della Pietra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.