ITACA ADERISCE A M’ILLUMINO DI MENO 2024

Come ogni anno aderiamo alla Giornata Nazionale del Risparmio Energetico prevista il 16 febbraio

PORDENONE – La Cooperativa sociale Itaca aderisce anche quest’anno con i propri servizi, e in stretta collaborazione con gli enti locali di riferimento, a M’illumino di Meno la Giornata Nazionale del Risparmio Energetico e degli Stili di Vita Sostenibili riconosciuta dalla Repubblica Italiana e lanciata nel 2005 da Caterpillar e Radio2, prevista il 16 febbraio.

Nella 20^ edizione, M’illumino di Meno invita scuole, aziende, università, comuni, cittadini e comunità a invertire la rotta iniziando nel proprio quotidiano, innovando, coinvolgendo, inventando con creatività e ottimismo. Perché la transizione ecologica avrà un impatto positivo nel quotidiano di tutti. M’illumino di Meno 2024 guarda lontano e spegne i confini, invitando tutti e tutte a cercare alleanze internazionali nella propria adesione, tramite i gemellaggi per i comuni, i progetti internazionali per le scuole, le università e la ricerca, le sedi all’estero per le aziende. E coinvolgendo parenti e amici expat e invitando ad aderire a M’Illumino di Meno persone e comunità straniere. Sono 14 i servizi di Itaca che hanno sinora confermato la loro partecipazione e provengono da tutto il Friuli Venezia Giulia: Cimolais, Sacile, Spilimbergo, Muzzana del Turgnano, Carlino, Ronchis, Trieste, Muggia e Begliano.

Mentre i Progetti Giovani di Sacile e Spilimbergo punteranno su “Pomeriggi Green” senza device e a risparmio energetico con laboratori creativi a tema, all’Asp Stati Uniti d’America di Villa Santina è previsto l’evento “EcoArte: creazione di bidoni creativi per la raccolta differenziata”. Il 16 febbraio dalle 14.30 alle 16.30 “realizzeremo all’interno della Residenza un progetto che coinvolgerà anziani e animatori – spiega l’equipe del servizio – in un laboratorio manuale a tema ecologia e raccolta differenziata, dedicato alla creazione di bidoni da posizionare nei vari angoli della struttura che ancora ne sono sprovvisti”. L’evento verrà avviato con una breve presentazione sull’importanza del riciclo e sugli obiettivi del laboratorio. Il progetto contribuirà alla creazione non solo bidoni artistici e funzionali, ma anche a sensibilizzare gli anziani e gli operatori sul tema ecologia.

Nella Bassa friulana il Doposcuola di Muzzana del Turgnano proporrà “Mail Art”: i bambini e le bambine che frequentano il servizio realizzeranno con la guida degli educatori delle cartoline artistiche, che poi verranno spedite a parenti o amici che vivono lontano, coinvolgendoli nel significato dell’iniziativa. Il tema delle cartoline verterà sul risparmio energetico e sugli stili di vita sostenibili. Al Doposcuola di Carlino bimbe e bimbi raggiungeranno a piedi un bosco che segna il confine con il comune limitrofo e lì faranno una merenda. Sono previsti anche in un’altra giornata degli esperimenti legati all’energia, per riflettere insieme agli educatori sulla sostenibilità energetica, verrà creato anche un breve decalogo sui buoni comportamenti da avere per il rispetto dell’ambiente. La Comunità educativa diurna Tal Grim di Ronchis, compatibilmente con l’adesione delle famiglie, organizzerà un “Aperitivo multietnico a lume di candela”, mentre la Casa di Riposo Sarcinelli di Cervignano del Friuli una cena a lume di candela.

Il Centro diurno e la Comunità Aism Villa Sartorio di Trieste prevedono la realizzazione per il Centro diurno di un accompagnamento, utilizzando i mezzi pubblici, per visitare il Civico Museo della Civiltà Istriana, Fiumana, Dalmata di Trieste, mentre la Comunità cenerà a lume di candela con i volontari del Servizio Civile Universale provenienti da oltre confine, il menù comprenderà i piatti tipici dei loro Paesi d’origine prodotti nel laboratorio cucina. Confermata anche l’adesione della Casa di riposo Ubaldini di Muggia con una cena al lume di candela che coinvolgerà il piano terra della struttura.

La Comunità Alloggio di Begliano prevede nel pomeriggio del 16 febbraio una serie di attività: “spegneremo le luci degli spazi, se non utilizzati, per fare attenzione agli sprechi, diminuiremo l’utilizzo dei dispositivi elettronici, Tv, computer e radio, tranne Caterpillar ovviamente, in particolar modo ci concentreremo su smartphone e tablet. Staccheremo dalla presa elettrica tutti i dispositivi non utilizzati tra cui lampade e caricabatterie. Favoriremo i momenti di lettura condivisa al fine di stimolare la socializzazione ed effettueremo la ricerca delle parole sconosciute sul vocabolario invece che sul pc.

La Residenza Protetta di Sacile e il Centro diurno disabilità di Sacile la mattina del 16 febbraio dalle 10 alle 11.30 si incontreranno per condividere del tempo insieme in un’ ottica di arricchimento reciproco. I beneficiari del Centro verranno accolti nella sala animazione della Residenza per la condivisione di attività ludico ricreative, giocheranno insieme a Memory e Essere o non essere, previsti anche degli indovinelli a tema, cui seguirà un rinfresco con bevande calde e dolcetti. Nel pomeriggio, i residenti della Casa di riposo dalle 15.30 alle 16.30 verranno coinvolti nella lettura di alcune poesie avente come tema la natura, al termine le letture verranno utilizzate per creare con la tecnica del collage alcuni pannelli decorativi. Alla sera, come da tradizione, cena a lume di candela presso il Nucleo Rosso della Residenza Protetta.

Alla Residenza Assistenziale Alberghiera di Cimolais la giornata del 16 febbraio sarà dedicata al tema del risparmio energetico e delle buone pratiche quotidiane che, a volte, a causa di atteggiamenti abitudinari tendiamo a tralasciare. Alla sera avrà luogo la ormai tradizionale cena a lume di candela e nell’occasione saranno coinvolti anche i parenti dei residenti e del personale che vivono all’estero: “tutti assieme spegneremo le luci”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.