MIANE IN SCATTI CON “COMPLICE APPARTENENZA”

Il mondo a testa in giù di Kimberly Lucchetta: Stenditi su un prato. Inclina la testa indietro e guarda. Guardalo il mondo a testa in giù. Cerca una prospettiva diversa delle cose.

Inaugurata la mostra diffusa realizzata dal Gruppo Giovani di Miane, 50 scatti che raccontano in immagini e parole il territorio visto dagli occhi dei ragazzi.

MIANE (TV) – Come vivono i giovani a Miane, come percepiscono il paese nel loro percorso di crescita, cosa può offrire loro il territorio? Sono alcuni degli interrogativi affrontati dal progetto fotografico “Complice Appartenenza”, titolo anche della mostra fotografica in 50 scatti realizzata dal Gruppo Giovani di Miane ed ora esposti in una ventina di luoghi del territorio per raccontarlo visto dai loro occhi. Il progetto unisce immagini e parole per dare voce all’intima soggettività dei ragazzi, e sono state proprio le loro sensazioni il fil rouge che li ha resi protagonisti nel rappresentare il rapporto con i loro luoghi. “Complice Appartenenza” è il risultato finale che fa di Miane un luogo in cui elemento naturale e umano si incontrano e uniscono in un rapporto di amorevole rispetto e forte connessione reciproca.

Progetto e mostra nascono all’interno dell’iniziativa “Miane in scatti”, promossa dall’Amministrazione comunale ai primi di novembre dell’anno scorso con l’obiettivo di incoraggiare l’aggregazione giovanile e offrire ai ragazzi uno spazio nel quale ritrovarsi per mettere in atto idee, progetti e iniziative. Da molti anni a Miane non era presente un gruppo giovani e, specialmente in un periodo difficile e complicato come quello legato all’emergenza sanitaria da Covid-19 che stiamo ancora vivendo, il Comune di Miane ha voluto mettersi a disposizione dei giovani e dei loro bisogni di socialità e di stare in gruppo.

I ragazzi sono stati intercettati dagli operatori di comunità della Cooperativa sociale Itaca, che gestisce il servizio Operativa di comunità dell’Ulss2 Marca trevigiana – Distretto di Pieve di Soligo, dopo un periodo di mappatura dei luoghi e alcune interviste realizzate a particolari snodi di interesse della comunità, che si sono adoperati per far conoscere l’iniziativa ai giovani mianesi.

I giovani coinvolti hanno realizzato 50 scatti del territorio di Miane usando la tecnica del photovoice, ognuno di essi è infatti accompagnato da una didascalia nella quale sono racchiusi i loro pensieri, le loro emozioni e i loro intimi ricordi dei luoghi immortalati. Per rendere partecipe la comunità di questa iniziativa, gli scatti fanno ora parte di una “mostra diffusa” in una ventina di luoghi, non solo esercizi pubblici ma anche in Municipio, in maniera tale da consentire a tutti, mianesi e turisti, di ammirare il territorio catturato nei loro scatti.

Ogni luogo ospita 3-4 scatti, i ragazzi si sono recati nei negozi, bar, ristoranti a proporre le loro foto, spiegando personalmente il fine della progettualità, far conoscere e rendere partecipe la comunità del legame che intercorre tra i giovani e il loro territorio. I commercianti si sono dimostrati contenti ed entusiasti di poter collaborare ed essere in parte protagonisti di questo progetto così innovativo. I ragazzi, assieme agli operatori di Itaca, si sono anche occupati della realizzazione di una brochure dedicata, che raccoglie una mappa di Miane con indicati i vari luoghi fisici in cui le immagini sono esposte. Presenti anche due QR code attraverso i quali è possibile fare un tour virtuale dei luoghi che ospitano le immagini e conoscere nello specifico quali foto sono esposte in ciascuno di essi.

I ragazzi del Gruppo Giovani di Miane protagonisti dell’iniziativa sono Camilla Bortolini, Elena Carnio, Emanuele Zago, Matilde Amidani e Kimberly Lucchetta. Sono rimasti da subito affascinati dal progetto e ognuno di loro ha contribuito al massimo con le proprie risorse e capacità per realizzare l’esposizione finale “Complice Appartenenza”. Un progetto che ha sorpreso tutta la comunità e che l’Amministrazione comunale ha proposto e poi supportato con convinzione. Si tratta solo della prima di altre iniziative cui il gruppo sta già pensando. I giovani del territorio, interessati a conoscere o far parte del gruppo, possono contattare l’operatrice di comunità Milena al 3356501840.

Le 50 foto sono visibili qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.