CURA E PRENDERSI CURA

Centro Balducci 12 dicembre alle 20.30

UDINE – Una serata dedicata a chi si prende cura degli altri quando sono in difficoltà o vivono condizioni di fragilità. Lunedì 12 dicembre alle 20.30, la Cooperativa sociale Itaca organizza al Centro Balducci di Zugliano l’incontro pubblico (ingresso libero) “Cura e prendersi cura”. Pierluigi Di Piazza, direttore e fondatore del Centro di accoglienza Balducci, e Roberto Potocniak, fondatore e insegnante del Centro Studi Umanistici, partiranno dal senso della “cura” e affronteranno quello del “prendersi cura”, non mancando di evidenziare nel loro dialogo come, per prendersi cura degli altri, sia necessario prima “prendersi cura del sé”.

Generalmente, ci si sofferma solamente sul concetto di “cura” e sul suo significato biomedico. La cura, invece, può includere molto altro, ma molto altro esclude, come tutto ciò che è “fuori da noi” anziché “dentro”, ponendo il focus su un “fare tecnico” che rischia di perdere di vista l’altro (“curato”) come persona. Serve un approccio multi sistemico, multidisciplinare e multi professionale che integri l’approccio biomedico con quello sistemico e biopsicosociale.
Di qui la necessità di passare al concetto del “prendersi cura”, aprendo sguardo e dimensione. Bando ai concetti esclusivi di malattia e spazio invece all’“accompagnamento”, che può divenire crescita della persona con disabilità, malattia, difficoltà o fragilità, sia l’accompagnante tecnico o familiare o “amico” che interviene nella “presa in carico”.
Partendo da questi presupposti, diventa necessario imparare a “prendersi cura del sé” all’interno di un processo di crescita e consapevolezza, perché solo se si sta bene con se stessi si possono trovare le energie e la “sapienza” per potersi “prendere cura” dell’altro che è figlio, madre o padre, amico, che è prima di tutto persona come lo siamo noi.

Fabio Della Pietra

conferenza-potocniak

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.