GRAZIE ARNALDO CARLI

Arnaldo e Maddalena Carli il 16 dicembre 2011 alla festa per i 5 anni di Casa Carli

Arnaldo e Maddalena Carli il 16 dicembre 2011 alla festa per i 5 anni di Casa Carli

Casa Carli: “Conosceva ad uno ad uno tutti gli ospiti residenti in Comunità. Tutti noi lo ricordiamo e lo salutiamo con emozione e riconoscenza”

MANIAGO – Correva l’anno 2000 quando il dottor Arnaldo Carli e la moglie Maddalena donavano al Comune di Maniago quella che sino ad allora era stata la loro abitazione di famiglia. Unica condizione un vincolo morale in base al quale la stessa avrebbe dovuto essere utilizzata per ospitare persone diversamente abili. Sei anni dopo la Cooperativa sociale Itaca apriva le porte di “Casa Carli”, la prima Comunità residenziale rivolta alla disabilità media e lieve del Distretto Nord di Pordenone.
“A quasi 10 anni di distanza dall’attivazione del servizio in via della Repubblica a Maniago, desideriamo ringraziare ancora i coniugi Carli per quella scelta forte e intensa – affermano da Casa Carli e dalla Cooperativa Itaca -, che ci consente di proseguire quel percorso. Ed è con sincera commozione che oggi tutti noi, ospiti residenti e operatori di Itaca, ricordiamo con affetto sincero e gratitudine il signor Arnaldo, e idealmente abbracciamo la signora Maddalena e tutti i familiari. Senza quella scelta dell’anno 2000 Casa Carli oggi non esisterebbe”.

Il giorno dell'inaugurazione, Arnaldo Carli e l'allora sindaco Emilio Di Bernardo cedono virtualmente il testimone a Leila Rumiato della Cooperativa Itaca

Il giorno dell’inaugurazione, Arnaldo Carli e l’allora sindaco Emilio Di Bernardo cedono virtualmente il testimone a Leila Rumiato della Cooperativa Itaca

Il vincolo morale fissato dei coniugi Carli venne rispettato da subito e l’Amministrazione comunale, allora guidata dal sindaco Emilio Di Bernardo, attivò immediatamente tutte le procedure necessarie, identificando successivamente, con apposito bando, Itaca come gestore sia per l’importante ristrutturazione necessaria sia per l’avvio del servizio.
Il 12 luglio 2006 la Comunità di via della Repubblica – denominata Casa Carli proprio per evidenziare e ricordare quel gesto – aprì per la prima volta le porte ai vicini ed al territorio per far conoscere il nuovo servizio. La giornata vide una partecipazione massiccia di amministratori, autorità, tecnici e cittadini. Ma in prima fila c’erano Arnaldo e Maddalena Carli, “che con discrezione ed in silenzio ci hanno sempre accompagnati nel nostro percorso in questi anni senza farci mai mancare la loro vicinanza” – ricordano da Casa Carli.
La seconda importante tappa Casa Carli la visse il 4 settembre successivo con l’ingresso in Comunità dei primi due ospiti. Il 5 ottobre sempre del 2006 Cooperativa Itaca e Comune di Maniago festeggiarono Casa Carli inaugurando ufficialmente l’apertura della struttura assieme ai partner che ne avevano reso possibile l’avvio, Azienda sanitaria n. 6 Friuli Occidentale e i Servizi sociali di base.

“La Comunità era nata in risposta ad una specifica esigenza del territorio, per questo desideriamo evidenziare anche la lungimiranza di quella scelta – proseguono Casa Carli e Itaca -. Lo stretto rapporto con i coniugi Carli è perdurato negli anni con discrezione e intensità reciproca, come anche quello costruito con il territorio inteso in termini di associazioni e di legami non solo con i servizi ma anche con le persone”.
Ed è grazie a quella scelta che oggi Casa Carli è una Comunità alloggio rivolta a persone adulte disabili. Nata da una progettazione del Comune di Maniago e caratterizzata da una coprogettazione che ha visto e vede coinvolti la stessa amministrazione, Ass6 Friuli Occidentale e Itaca, che ha in carico la gestione completa del servizio e dei residenti, Casa Carli è oggi un fiore all’occhiello nei servizi a favore della disabilità per Maniago e provincia.

Ancora alla festa per i 5 anni di Casa Carli: con i coniugi Arnaldo e Maddalena due dei figli, tra cui l'attuale sindaco Andrea Carli

Ancora alla festa per i 5 anni di Casa Carli: con i coniugi Arnaldo e Maddalena due dei figli, tra cui l’attuale sindaco Andrea Carli

“Per questi e tanti altri motivi ringraziamo Arnaldo Carli, uomo di grande generosità e valore. Grazie a quella scelta, ha regalato alla comunità maniaghese un luogo dove le persone disabili hanno oggi la possibilità di una grande esperienza di vita. Sempre presente assieme alla moglie Maddalena ad ogni nostro incontro, ad ogni nostra festa, il signor Arnaldo conosceva ad uno ad uno tutti gli ospiti residenti a Casa Carli ai quali dedicava parole gentili, un saluto per strada, piccoli grandi gesti ricchi di umiltà e gentilezza. Tutti noi lo ricordiamo e lo salutiamo con emozione e riconoscenza”.

Fabio Della Pietra

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.