PRANZO DI NATALE AL CENTRO GRAVI GRAVISSIMI

IMG-20151224-WA0001Il ringraziamento da parte delle famiglie

SACILE – Per la prima volta, grazie all’impegno degli operatori della Cooperativa sociale Itaca, al Centro gravi gravissimi, che si trova in un’ala dell’ospedale di Sacile, è stato festeggiato il Natale. È stata una festa semplice ma molto bella e significativa per tutti, le ragazze e i ragazzi con problemi, i loro genitori e parenti, i responsabili, gli infermieri, gli educatoti e i collaboratori tutti dell’Itaca, che con tanto impegno oltre al normale lavoro hanno organizzato questo pranzo di Natale, permettendo così a queste ragazze e ragazzi e alle loro famiglie di trascorrere alcune ore felici in compagnia.
Tutti si sono trovati nel salone addobbato a festa poco prima di mezzogiorno, e dopo i rituali saluti e l’immancabile brindisi, è cominciato il pranzo. E’ stato commovente vedere, come tutti, le ragazze e i ragazzi ospiti fossero felici di pranzare una volta tanto in compagnia dei propri cari, scambiare per quanto possibile qualche parola, qualche gesto d’affetto, del quale sono tanto bisognosi. Su tutti, ragazze e ragazzi si notava la felicità che avevano dentro, tutti sono stati prodighi di sorrisi come non mai. Non è mancata verso la fine anche la visita di Babbo Natale, che ha distribuito dolci e caramelle a tutti.
IMG-20151224-WA0004Prima del classico panettone e del brindisi finale c’è stato l’intervento del Sig. Daniele Franco, responsabile del Centro e della Signora Caterina Boria, responsabile dell’area Disabilità di Itaca, che hanno sottolineato l’importanza di questi momenti e di quanto sarebbe importante dare una continuazione a tutto questo. Entrambi hanno ringraziato i loro collaboratori per il lavoro svolto, erano presenti tutti, anche coloro i quali, pur non essendo di turno, avrebbe potuto godersi il meritato riposo, addirittura loro hanno ringraziato i famigliari degli ospiti per la presenza, ringraziamento ricambiato a nome di tutti, da uno dei famigliari presenti.
Un grazie particolare va a Matteo, uno degli educatori, che si è preso l’onere di organizzare questa festa, ma il grazie deve andare a tutti indistintamente: responsabili, infermieri, educatori e tutti i collaboratori di Itaca per aver reso possibile tutto questo, ma anche per il difficile lavoro che svolgono con grande impegno ogni giorno, per tutti i giorni dell’anno. Loro sono la voce che ogni ospite vorrebbe tirar fuori, loro cercano di dare voce ai bisogni delle ragazze e dei ragazzi, alle loro emozioni e ai loro desideri. Tutti, genitori, parenti, ma tutti i cittadini devono dire grazie a queste persone, e per quanto possibile aiutarle a far sì che giornate come questa si possano ripetere magari più spesso e non solo in certe occasioni. Con il rituale scambio di auguri è terminata questa meravigliosa giornata.

Bruno De Biasi
Familiare

P_20151222_123738_2

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.